CURRICULA

Marinella Di Fazio ha studiato chitarra presso il Conservatorio "Luisa D'Annunzio" di Pescara sotto la guida di Bruno Battisti D'Amario.
Si è in seguito dedicata allo studio del repertorio e della prassi esecutiva rinascimentale sul liuto con Massimo Lonardi ed ha partecipato a corsi e seminari tenuti da Hopkinson Smith e Rolf Lislevand, e seguito un periodo di studi di chitarra barocca con Eduardo Eguez.
Laureata in Architettura, svolge da anni attività di ricerca e personale approfondimento sull'estetica rinascimentale e barocca a tutto campo, anche come docente di Disegno e Storia dell'Arte presso il Liceo Scientifico “G.D. Cassini” di Genova.
Ha collaborato con diverse formazioni musicali, tra le quali “Laus Concentus”, "Cappella Artemisia", "Musica Antiqua Provence" con le quali ha tenuto concerti e registrazioni in Italia e all'estero.
Membro fondatore dell'ensemble vocale - strumentale Accademia degli Imperfetti, ha curato con Maurizio Less l'allestimento in forma di concerto e scenica - musicale di svariate produzioni presentate in Rassegne ed Enti Artistici italiani tra i quali: Festival dei due Mondi di Spoleto, Festival dei Saraceni di Pamparato (CN), Los Conciertos de los Cervantes Roma, Teatro Litta di Milano, Festival Cusiano di Musica Antica, Festival Segni Barocchi di Foligno, GOG-Teatro della Tosse a Genova, Festival Echi Lontani – Cagliari.
Dal 1997 per L'A.d.I. Cura l'ideazione e l'allestimento del LABORATORIO DI MUSICA ANTICA (corsi-seminari-laboratori) a Pescara e dal 2003 IL CANTO DELLA MEMORIA Musica antica e dintorni, presso i Musei della vecchia Pescara.
Nel dicembre 2005 ha collaborato in Francia con la Compagnia Silenda per la realizzazione di colonne sonore ad alcuni spettacoli: VUOTA DISMISURA (2006) e COURANTS.. PONTS.. COURANTS (2007) in coproduzione col Centre Chorégraphique National de Caen/Basse Normandie – Ministere de la Culture et de la Communication.
Nel 2006 e 2007 ha ideato e realizzato, sempre con l’Accademia degli Imperfetti, percorsi storico/artistici e musicali presso i Musei di Strada Nuova a Genova per la Rassegna Arti in Dialogo e dal 2013 è referente del progetto progetto PERCORSI DI MUSICA ANTICA A PALAZZO (Musei di Strada Nuova – Genova), che unisce corsi musicali di base alla fruizione dell'opera d'arte inserita nel contesto del palazzo storico. In generale i numerosi progetti realizzati prevedono un'interazione tra beni culturali, arti figurative e musica per la valorizzazione del territorio. Dal 2014 il progetto ha implementato questo ultimo progetto genovese in PerCorsi di Musica Antica tra Chiostri, Ville e Palazzi, coinvolgendo nuove realtà culturali tra le quali Palazzo Reale, ASCOVIL - Ville di Cornigliano.
Nel 2016, come Accademia degli Imperfetti, ha curato la direzione artistica della Rassegna L'ANTICO IN JAZZ – Musica, Cucina & Performances dei Martedì Musicali presso Saloni delle Feste - Palazzo Imperiale a Genova.
Ha effettuato registrazioni discografiche per Cantus, Opus 111, Stradivarius.

Maria Cristina Esposito Laureata in Letteratura greca, ha studiato danza classica con Rossana Raducci Vantaggio e all'Accademia Nazionale di Danza a Roma, dedicandosi quindi alla danza rinascimentale e barocca sotto la guida di Barbara Sparti, Deda Cristina Colonna e Christine Bayle. Nel '94 ha fondato l'Ensemble di danza antica "Licita Scientia", col quale ha partecipato a varie Rassegne nazionali di musica e danza antica - firmando, tra gli altri, le coreografie del concerto di Angelo Branduardi "Sulle orme dei Patriarchi"-Spilimbergo, Folkest/Festival '98 (inc.EMI, 1999). Dal '94 è maestra della Scuola di Danza Antica dell'Associazione 'Giostra Cavalleresca di Sulmona'. Dal '97 è coreografa e docente per i corsi estivi dell''Accademia degli Imperfetti' di Pescara. Dal '98 collabora col Laboratorio formativo di Danza del Teatro Marrucino di Chieti, presso il quale è Coordinatrice e docente di storia della danza; per lo stesso Teatro tiene corsi di formazione e aggiornamento per Insegnanti della scuola dell'obbligo (Autorizz.Provvedit.agli Studi/Chieti). Ha tenuto interventi presso l'Università degli Studi "G.D'Annunzio" e l'UNITRE di Chieti, l'Università dell'Aquila, l'Istituto Nazionale Tostiano di Ortona, l'Associazione Culturale 'Mediterranea' di Milano, l'Accademia dei Filodrammatici di Milano, l'Associazione 'Benedetto Marcello' di Teramo, l'Estate Musicale Frentana, l'Associazione 'Orpheus' di Rieti. Nel '99 ha tenuto una serie di seminari per il 'Portland Performing Arts' in Maine-USA, e per la 'Dante Alighieri Society' di Cambridge ( Mass.-USA).
E' coordinatrice per la provincia di Chieti dell'Istituto Abruzzese di Storia Musicale.

Maurizio Less si è dedicato inizialmente al violoncello, intraprendendo, dopo la laurea in matematica, lo studio della viola da gamba sotto la guida di Paul Adler. Si è in seguito specializzato nell'esecuzione della musica italiana del '600 attraverso la collaborazione con musicisti quali G.Pacchioni, A.Curtis, A.Lawrence-King.
Attivo sia come solista – nel 2007 è stato chiamato dall’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI per la Matthaeus Passion di J.S.Bach diretta da Helmut Rilling, trasmessa in diretta su RADIO 3 - che come continuista, anche con il violone, è stato il primo in Italia a riscoprire l’uso del lirone come strumento di basso continuo, tenendo numerosi concerti per Istituzioni nazionali ed estere, tra i quali si possono ricordare la partecipazione al concerto inaugurale della mostra sui Gonzaga (Londra, Victoria & Albert Museum, 1981), alla Rassegna Concertistica dei Corsi di Musica Antica di Urbino, a Settembre Musica (Torino), al Festival delle Arti Barocche (Roma), a Il Canto delle Pietre, all'Autunno Musicale (Como), al Suono nello Spazio, al Festival della Musica Sacra di Avignone, al Festival Praha - Europa Musica.
Come direttore artistico dell'Accademia degli Imperfetti ha al suo attivo produzioni per Antiqua (Piemonte), Teatro della Tosse e GOG (Genova), Itinerari musicali Sacri e Profani di Aosta, Roma FestivalBarocco, Festival di Musica Antica di Salerno, Festival Echi Lontani di Cagliari, Festival dei Saraceni di Pamparato (CN), Festival dei Due Mondi di Spoleto, Festival Segni Barocchi di Foligno, I Concerti di San Torpete (GE), Notturni dell'Estate Sforzesca (MI).
Nel 2003 ha curato l’allestimento musicale e la direzione, come “maestro di concerto”, del “Festino per il giovedì grasso avanti cena” di Banchieri e “Il Ballo delle Ingrate” di Monteverdi, per il Teatro Marrucino di Chieti.
E’ direttore artistico delle Rassegne “Il Canto della Memoria” presso i Musei Pescaresi e “Martedì in Musica” a Genova.
In campo didattico, ha tenuto seminari per i Conservatori “U. Giordano “ di Foggia e “L. D’Annunzio” di Pescara e stages per il Corso di Musica Antica di Piancerreto (Alessandria) “ I Gusti Riuniti”. Dal 1997 è docente di viola da gamba e direttore artistico del Laboratorio di Musica Antica di Pescara, e dal 2013 di PerCorsi di Musica Antica a Palazzo a Genova, iniziative che affiancano ai tradizionali corsi avanzati di specializzazione attività di avvio alla musica d'insieme per dilettanti, in un'ottica di partecipazione alla vita culturale del territorio, tra arti figurative, architettura e musica.
Ha curato, in collaborazione con Renzo Bez e Claudio Chiavazza, la pubblicazione delle "Musiche e balli a quattro voci con il basso continuo" di Sigismondo d'India. Il lavoro è uscito, nell'ambito della collana "Corona di delizie musicali" dell'Istituto per i Beni Musicali in Piemonte, diretto da Alberto Basso, per i tipi della LIM Editrice.
Ha inciso per Dynamic, Frequenz, Arion, Stradivarius, Bottega Discantica, Opus111, Tactus.

Silvia Piccollo Diplomata in canto ed in violino al conservatorio di Genova, prosegue gli studi sulla prassi esecutiva barocca e dal 1990 collabora con i maggiori ensemble di musica antica in Europa e con direttori quali René Clemencic, Alan Curtis, Andrew Parrot, Gerard Lesne, Ton Koopmann ed altri.
Ha al suo attivo incisioni discografiche con: Bongiovanni, Nuova Era, Stradivarius, Symphonia, DDT, Victoire, Amadeus, Opus111, Naxos, Discantica, Arts, Virgin Veritas.
Ha frequentato i corsi di recitazione della scuola “Cantero” di Chiavari e dell’“Auroville” di Genova diretta da Augusto Zucchi.
Dal 1998 al 2008 ha insegnato arte scenica presso i conservatori di Como, Perugia, Ferrara, Trento, Riva del Garda, Darfo.
Dal 2008 è insegnante di canto e voce alla scuola del Teatro Stabile di Genova.
Ha inoltre tenuto per cinque anni corsi di interpretazione teatrale presso l’Accademia musicale “Japan Opera Foundation” e “Fondazione Showa” nella sede italiana di Schiavon Vicentino.
Silvia ha all'attivo varie rappresentazioni teatrali come autrice, regista ed interprete, tra cui :
- “Tracce d’antico - sogno di una storia vera", Spettacolo teatrale con musiche del 1500 rielaborate da S.Piccollo (regista, interprete e autrice);
- G. B. Pergolesi, La serva padrona (Serpina) (regista e interprete);
- G. B. Pergolesi, La serva padrona (Vespone) (regista e interprete);
- Giacomo Bianchi , Il Martirio di San Lorenzo - Cantata sacra (in forma scenica) (regista);
- W. A. Mozart, Le Nozze di Figaro (aiuto regista);
- opere di Hasse, Mozart, Monteverdi, Stradella, Pergolesi, Borzio, Landi (interprete e cantante);
- Labyrinthos (percorsi del mito in musica), Il fabbro divino - nella fucina di Vulcano (ferro e fuoco tra musica e mito), La maga fulminata (dramma per musica), Turchi, santi, contadini e vicerè (musiche del sec XVI in forma scenica), The Fairy Queen Di Henry Purcell (Titania) (interprete, cantante e attrice).